Pappardelle al ragù di cinghiale

Difficoltà:
Cottura:
2 ore
Preparazione:
60 min
Per:
4
persone

 

Sabato sera io e Flavia abbiamo preparato le tagliatelle al ragù di cinghiale (o ragout di cinghiale, che a me, da amante del francese, piace di più :P). Inizialmente eravamo un po’ intimorite non avendolo mai preparato, ma poi usando un po’ di accorgimenti, il ragù di cinghiale diventa una vera leccornia. 😀

Avendo un sapore molto forte, la carne di cinghiale (come di solito tutta la selvaggina) va marinata per 24 ore con vino e aromi per stordirne un po’  l’odore. Quindi per preparare le vostre pappardelle al ragù di cinghiale, dovete inziare a il giorno prima. 😛

Ingredienti per pappardelle al ragù di cinghiale

400 g di pappardelle
Per la marinata:
400 ml di vino rosso
50 g di carote
50 g di sedano
50 g di cipolla
1 spicchio d'aglio
salvia
timo
Per il ragù di cinghiale
2 kg di polpa di cinghiale
50 g di carote
50 g di sedano
50 g di cipolla
1 l di passata di pomodoro
50 ml di vino rosso
50 ml di latte
100 ml di olio extravergine d'oliva
sale
pepe
50 g di pecorino grattugiato

Come fare pappardelle al ragù di cinghiale

In una terrina mettere la carne, la carota, il sedano, la cipolla, l’aglio, il timo e la salvia.

Aggiungere il vino e lasciare la polpa di cinghiale a marinare per 24 ore.

Trascorso tale tempo, tagliate finemente la carne di cinghiale con un coltello.

Fate soffriggere un trito di carote, sedano e cipolla in olio extravergine d’oliva.

Lasciar insaporire per circa 5 minuti ed aggiungete la polpa di cinghiale tritata.

Lasciarla cuocere una decina di minuti.

Sfumare col vino rosso.

Dopo qualche minuto aggiungere la passata di pomodoro ed il sale.

Lasciar cuocere per circa due ore.

Aggiungere il bicchiere di latte e lasciar cuocere per una decina di minuti.

Cuocere le pappardelle in abbondante acqua salata.

Scolarle ed aggiungere il ragù di cinghiale, il pecorino ed il pepe.

Servire subito le pappardelle al ragù di cinghiale. 😀

Questa è la prima forchettata del mio primo ragù di cinghiale. 😛

 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!


Pubblicato da Elena Amatucci il alle 08:00

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

TOP