Ricetta Cassata siciliana

 

 

La cassata è un dolce tipico siciliano a base di pan di spagna, ricotta e pasta di mandorle. E soprattutto tanto tanto zucchero. Infatti pare che i dolci siciliano siano così zuccherosi per le loro antiche origini, quando non c’erano frigoriferi e la presenza di grosse quantità di zucchero era tra i metodi utilizzati per la conservazione dei dolci. :)

La ricetta della cassata siciliana prevede una preparazione preferibilmente in tre giorni: il primo giorno per il pan di spagna, il secondo per la farcitura ed il terzo per la copertura e la guarnizione. :)

Devo confessarvi che pur non amando i canditi, la cassata siciliana è l’unico dolce di natale che mangio. :P


difficoltà
cottura:
60 min
preparazione:
2 ore
persone:
12

INGREDIENTI


Per il pan di spagna:
 8 uova
 240 g di zucchero
 320 g di farina
 buccia di limone grattugiata

Per la farcitura e la copertura della cassata siciliana:
 1,5 kg di ricotta di pecora
 350 g di zucchero
 100 g di gocce di cioccolato
 100 g di frutta candita tagliati a cubetti (di solito si usa cedro, scorzetta d'arancia e zucca)
 250 g di pasta al pistacchio
 100 g di gelatina di albicocche
 500 g di naspro
 frutta candita a piacere per guarnire

Preparazione

Preparare il pan di spagna (che va preparato un paio di giorni prima):

Separate tuorli ed albumi. Lavorate i tuorli con lo zucchero per almeno 5 minuti, fino ad ottener eun composto chiaro e spumoso.

 

Aggiungete metà della farina e la buccia di limone grattugiata.

 

A parte montate gli albumi

 

ed uniteli all’altro composto in tre volte, incorporandoli con una spatolina, delicatamente, con un movimento dal basso verso l’alto.

 

Aggiungete la restante farina poca alla volta, incorporandola sempre con la spatola.

 

Versate il composto in una tortiera del diametro di 26 cm, imburrata e infarinata.

 

Cuocete il pan di spagna in forno preriscaldato statico a 180° per circa 50 minuti. Fate la prova stecchino!

 

 

Cassata siciliana 1

 

 

 

Lavorare la ricotta con lo zucchero. Io ci ho aggiunto anche 100ml di di panna montata. :P

 

Cassata siciliana 2

 

 

 

Aggiungere le gocce di cioccolato

 

Cassata siciliana 3

 

 

 

ed i canditi.

 

Cassata siciliana 4

 

 

 

Versare nello stampo (nella foto potete notare che solo un quarto della cassata è con i canditi perchè non piacciono quasi a nessuno :D ).

 

Cassata siciliana 5

 

 

 

Coprire con altre fettine di pan di spagna.

 

Cassata siciliana 6

 

 

 

Coprire la cassata col vassoio e mettere in frigo tutta la notte, possibilmente con un peso.

Il giorno dopo capovolgere sul vassoio.

 

Cassata siciliana 7

 

 

 

Stendere la pasta al pistaccio su un piano su cui avrete messo dello zucchero a velo.

 

Cassata siciliana 8

 

 

 

Mettere la striscia attorno alla cassata.

 

Cassata siciliana 9

 

 

 

(per eliminare lo zucchero a velo basterà bagnare la pasta di pistacchio con l’acqua aiutandovi con un pennello)

Sciogliere il naspro a bagnomaria con un paio di cucchiai di acqua.

Sciogliere la gelatina di albicocche sul fuoco e glassare il pan di spagna.

 

Cassata siciliana 11

 

 

 

Versare il naspro sulla cassata, il tutto velocemente altrimenti si rapprende e succede un macello. Per non farlo colare di lato, quando fate la striscia di pasta di pistacchio fate in modo che sia leggermente più alta della cassata, in modo che possa arginare il naspro. ;)

Preparare i canditi per la guarnizione.

Io, tra le altre cose, ho fatto delle stelline con il cedro, l’arancia, la zucca e il cantalupo.

 

Cassata siciliana 10

 

 

 

Ed ecco il risultato finale:

 

Cassata siciliana 12

 

 

 

 

Cassata siciliana 13

 

 

 

Non sono il massimo, ma per essere la prima volta non mi posso lamentare. :P

Ah, in tutto ciò nella ricotta ci vorrebbe anche un po’ di liquore strega (che io non ho messo). :D

 



Se ti è piaciuta la ricetta, scrivimi un commento o condividila su Facebook!
Se vuoi ricevere ricette nella tua email ogni settimana,
iscriviti alla Newsletter!

Diventa Fan della mia pagina Facebook per ricevere tutti i giorni le nuove ricette.



Condividi


Visitato 43599 volte.
Pubblicato da Elena Amatucci il 22 dicembre 2007 alle 23:31

Categoria: Dolci e torte, Ricette di Natale
Altre categorie:

Come riutilizzare ingredienti:

Commenti

Scrivi un commento e vota la ricetta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Attualmente sono presenti 33 commenti a "Ricetta Cassata siciliana"

(media voti:5 su 33 commenti)
  1. ciao! interessante la tua creazione! scusa l’ignoranza ma cos’è il naspro???:-)

  2. bene bene…allora cosa aspetti a mandarmela? Pensa che per tanti anni non potevo vederla(ho due zii siciliani) Poi l’ho assaggiata ed e’ stata la fine.Adesso ogni tanto me la faccio spedire! Baci e auguri di buon Natale!Cristy

  3. qualcuno mi sa dare la ricetta esatta del naspro ???
    Non abito a Napoli.. ho provato a farlo ma e’ venuto troppo liquido e trasparente

  4. Qualcuno mi puo dare la ricetta del naspro
    non abito a napoli
    ho provato a farlo ma e’ liquido e trasparente
    grazie

  5. L’ho fatta anch’io quest’estate….che buona!!!
    Complimenti l’hai decorata veramente bene…

  6. Mamma mia Elena, complimentissimi!!! è stupenda!! salverò la ricetta e proverò ache io!!!

    I dolci siciliani mi mancano nel mio repertorio :P

    Ciaoooo

  7. francesca e claudia: il naspro sarebbe la copertura di zucchero della cassata. mi hanno detto che è una cosa alquanto difficile da preparare, quindi, non avendo tempo, non mi sono affatto posta il problema di prepararlo o procurarmi la ricetta. :P

    aracoco: ho cercato di mettere meno canditi possibili (non mi piacciono :( ).

    daniele: non fare il modesto su, è vero che ti chiamo pasticcione, ma sappiamo quanto tu sia bravo. :)

  8. Cara Elena…complimentissimi!!!
    sei stata davvero in gamba nella preparazione della cassata siciliana,e credimi,nn parlo a sproposito,vivo a palermo da 5 anni e di cassate ne ho mangiate…

    buon anno,mirtilla

  9. Il naspro, credo vi riferiate al fondente di zucchero che si usa per la copertura delle cassate.
    Cmq.complimentissimi da parte di uno chef siciliano,ottimo lavoro .Ti do un consiglio,se ti dovesse risultare troppo dolce puoi fare come noi Palermitani cioè:alternando la pasta reale con del pan di spagna,anzicchè mettere un unica striscia orizzontale, fare tanti rettangoli verticali ed alternare uno di pasta reale con uno di pan di spagna così a chi non piace la pasta reale può prendersi la fettina con il pan di spagna
    Bravissima.
    Auguri di buon anno.
    se ti serve qualche consiglio passa da me, ti dirò tutto quello che so.

  10. Notte di botti, notte di scoppi gli auguri sinceri non sono mai troppi… Buon Anno nuovo.
    mirtilla

  11. mirtilla: beh, allora un doppio grazie. :D e buon anno anche a te. :)

    andrea: grazie andrea, l’approvazione di uno chef ha sempre il suo perchè. :D ma la glassa fondente non si stende tipo pasta frolla? :\ cmq mi ha sempre attirato il fatto del pan di spagna alternato, è molto piu’ coreografico, ma purtroppo non avevo il tempo. sarà per la prossima volta. :P

  12. No. il fondente e molto duro, si scioglie a bagno maria mescolandolo con un pò di acqua. se si è bravi allora lo si lascia con pochissima acqua in maniera tale che quando si spatola sulla cassata, si rapprende subito.Per i meno bravi si fà più liquida così che, si ha il tempo di spalmarla senza che si solidifichi subito.cmq.se hai bisogno scrivimi una mail.
    Non so se ti sei accorta, che ti ho inserito tra i blog da me consigliati

  13. Ciao Elena, sono la mamma di Fabrizio Sunbeam..complimenti per la cassata, per essere la prima volta ti è venuta bene..anche io l’ho preparata a natale ed ho alternato rettangoli di marzapane con pan di spagna..ho notato che nn hai bagnato il pan di spagna…viene bene uguale o viene un po secca??

  14. amdrea: grazie per i consigli. :) in questo momento sono senza internet, ma stai sicuro che approfitterò della tua disponibilità. :D ps ti ho messo anche io tra i link. ;)

    patrizia: salve signora. :D non ho bagnato il pan di spagna perchè avendolo tagliato a fettine sottili e avendo lasciato la cassata in frigo per più di ventiquattr’ore prima di glassarla, il pan di spagna ha avuto tutto il tempo di assorbire il siero della ricotta. quindi alla fine è risultato morbido. :)

  15. brava elena!! deve essere buonissima complimenti!! anche se in ritardo ti auguro BUON ANNO :)

  16. ciao ida, grazie. :P auguri in ritardo anche a te. :D

  17. chi li ha assaggiati ha gradito. :P

  18. Ciao e complimenti per la cassata e per la tua inventiva,ma………………..la cassata é troppo siciliana….Vedi sul mio sito qualche foto di cassata e poi mi dirai. Frqancamente per farla ci vuole una forma speciale e senza quella é difficile . Brava comunque. Lorenzo , un palermitano a Parigi. Ciao

  19. mi spiegate perché la cassata prevede che il pan di spagna venga tagliato a strisce? che differenza c’é se si taglia solo a metà come una comune torta farcita? grazie!!!!!!!!!!

  20. Il termine cassata dall’arabo sgnifica proprio scatola ed è per questo che si prepara la cassata con pan di spagna a strisce in modo da formare una scatola che raccoglie la crema…;)….ciao
    Patrizia

  21. sì, vabbè, ma alla fine non è che cambia il sapore, giusto?grazie!!

  22. Beh dipende…preparando la scatola c’è piu ricotta di quello che ce ne potrebbe andare tagliando il pan di spagna in due metà…ma se ti crea problemi fare la scatola allora preparala come ti riesce piu facile, però ti posso garantire che preparare la scatola, cioè con il pan di spagna a fette, non è molto piu difficile che tagliarlo a metà..

  23. grazie per l’ausilio patryval. :D

  24. Di niente, Elena..baci!!!!

  25. Ciao Elena, complimenti per questa cassata, è bellissima e deve essere sicuramente altrettanto buona :) Volevo chiederle di che dimensioni è lo stampo che ha foderato con il pan di spagna, grazie anticipatamente

  26. marina grazie! era di 28 cm! :)

  27. Volevo chiederti se sulla cassata si può mettere la ghiaccia reale anzichè comprare il naspro! Ciao grazie

  28. bruny io credo si indurisca troppo, ti consiglio di usare dello zucchero a velo setacciato da mischiare con un poco d’acqua! :)

  29. Complimenti!!! Sembra facile e buona oltre che molto bella di aspetto!!!

  30. ok! grazie!

  31. grazie simona! :)

  32. Brava,veramente moooooolto interessante,vorrei provare a farla,ma…..c’è forse un errore di trascrizione? 5 chili di ricotta,350 di zucchero etc ??? Ma com’è possibile,la proporzione tra gli ingredienti mi lascia davvero perplessa…forse la quantità della ricotta è 1 kg???? Grazie per la risposta! =)

  33. maria è 1 kg e mezzo! grazie per avermelo segnalato! sono state apportate delle modifiche al sito e ogni tanto si perde qualche informazione, tipo nelle dosi. :P

Scrivi un commento e vota la ricetta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*