Gateau di patate

 

Il gateau di patate (in napoletano “gattò”) è un piatto unico a base di patate ripieno di salumi e formaggi, con una crosticina saporita che lo rende davvero speciale! :)

Il gateau di patate può essere preparato con largo anticipo, vi basterà scaldarlo al momento di servirlo! Si presta inoltre a innumerevoli varianti, da quella più leggera, con soli formaggi, ad una vegetariana, che l’aggiunta di verdure di stagione già cotte!

Per dare un aspetto più carino e meno spartano al vostro gateau (anche se il fettone di gattò è molto caratteristico qui a napoli! :D ), potete decidere di prepararlo in monoporzione, sformandolo nel piatto e magari decorandolo con una bella cialdina di parmigiano!

Vi auguro una buona giornata! :)


difficoltà
cottura:
60 min
preparazione:
20 min
persone:
6

INGREDIENTI

 1,2 kg di patate
 4 uova
 200 g di mozzarella o provola
 200 g di prosciutto cotto a dadini
 30 g di parmigiano (più extra per la superficie)
 burro q.b. (per la teglia e per la superficie del gateau)
 pangrattato q.b.
 sale
 pepe

Preparazione

Lavate le patate e mettetele in una pentola coprendole con acqua fredda. Ponete sul fuoco e cuocete per circa 20 minuti da quando l’acqua inizia a bollire. Il tempo di cottura è indicativo, dipende dalla grandezza delle patate! Per vedere se sono cotte, infilatevi un coltello, se entra senza incontrare resistenza, sono pronte!

 

 

 

 

Lasciatele intiepidire, sbucciatele e schiacciatele con lo schiacciapatate. Mescolatele con il sale.

 

 

 

 

Se necessario, lasciate raffreddare un altro po’, per evitare che le uova si cuociano a contatto. Aggiungete ora le uova ed il pepe.

 

 

 

 

Aggiungete il parmigiano, il prosciutto e la mozzarella tagliata a cubetti (strizzata e lasciata scolare per una decina di minuti).

 

 

 

 

Imburrate una teglia, se volete la crosticina anche attorno, una volta imburrato lo stampo, spolveratelo con il pangrattato! Spolverate il gateau con il pangrattato, il parmigiano ed aggiungete qualche riccioletto di burro.

 

 

 

Cuocete in forno preriscaldato a 200° per una trentina di minuti o fino a che la superficie non risulterà dorata.

 

 

 

 

Lasciate intiepidire il gateau di patate prima di tagliarlo a fette! :)

 




Se ti è piaciuta la ricetta, scrivimi un commento o condividila su Facebook!
Se vuoi ricevere ricette nella tua email ogni settimana,
iscriviti alla Newsletter!

Diventa Fan della mia pagina Facebook per ricevere tutti i giorni le nuove ricette.





Visitato 82194 volte.
Pubblicato da Elena Amatucci il 29 settembre 2007 alle 11:33

Categoria: Piatti unici

Commenti

Scrivi un commento e vota la ricetta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Attualmente sono presenti 40 commenti a "Gateau di patate"

(media voti:5 su 40 commenti)
  1. Ah che delizia, questo é uno dei piatti istituzionali di casa mia :-) Io ci metto anche della mortadella per farlo ancora pi

  2. E’ una delle cose che più mi piace.
    M’hanno detto che quello originale prevede, nel momento in cui aggiungi le uova,
    anche la besciamella…però non ho mai provato..
    ;*

  3. la nanna: io ci avrei messo anche del salame, ma siccome andavo di fretta ho fatto tutto prosciutto. :P E cmq io sono di Napoli, ecco perchè lo chiamavo gattò. :D

    Valeria: in alcune ricette ho visto che c’era anche il latte, quindi mettendo la besciamella dovrebbe venire buono, immagino. :D

  4. E’ sempre meglio abbondare! :)

  5. anche io la penso così. :D

  6. IO CI METTO ANCHE DEL PROVOLONE PICCANTE!!:D
    OLTRE ALLA MORTADELLA!! A CUBETTINI :)
    E VAI CON LA DIETAAA!!
    CIAO A TUTTE.

  7. ma sì, alla fine puoi riempirlo di qualsiasi cosa, io sono andata sul classico. :D

  8. BUONISSIMO…….L’HO APPENA INFORNATO IL TUO GATҧ

  9. buonissimo! anche mia madre la fa simile e la adoro! oggi x caso, cercando notizie sulla crema chantilly ho trovto il tuo sito e…COMPLIMENTI! finalmente ho trovato delle ricette semplici, veloci, con gli ingredienti che mi piacciono e soprattutto fantasiose! posso inserire l’indirizzo del tuo sito sul mio piccolo blog?

    nei prossimi giorni so in cosa dilettarmi, grazie!

  10. certo sara, anzi, grazie. :P

  11. quale abbinamento di vino con il il gateau?

  12. guarda eugenia, per quanto riguarda i vini sono totalmente ignorante. ho letto su internet che ci potresti abbinare una falanghina. :P

  13. ciao Ele, volevo farti sapere che anche una importante rivista di cucina scrive “gattò” parlando di questa ricette per cui forse non è solo una storpiatura napoletana della parola “gateau” no? comunque, io sono una napoletana di nascita che però da oltre 25 anni vive in Sardegna ma amo tanta questa città che mi sento comunque vicina a lei e tutti i napoletani, specialmente quelli vivaci, “sanguigni” estrosi e simpatici come te. Un bacio

  14. lo faro’ ..complimenti per la descrisione chiara oltre che per le immagini.-

  15. Ciao manu, grazie per il “sanguigna”. :P E cmq interessante il fatto della rivista. :D

    Grazie Tina. :)

  16. io sono sarda.Anche noi chiamiamo gattò (dialetto sud Sardegna)parola che deriva da gateau,solo che il nostro è un dolce croccante,composto da mandorle e zucchero.

  17. grazie per l’info culinaria. :D

  18. DA quando seguo il tuo blog il mio ragazzo si chiede come sia possibile che io di colpo cucini così bene!
    grandissima!!!
    (fatto anche questo ieri sera, è il caso di dirlo: GNAM, GNAM!!!!)

  19. grandissima tu ilaria! :P

  20. ciao!!!!è da tanto tempo che sbircio nel tuo sito, per vedere le tue fantastiche ricette,che sono facili da fare grazie alle foto illustrate!!!!!!!!!!per la vigiglia di Natale,voglio provare a fare il gateou di patate;non l’ho mai fatto,ma ne ho sentito parlare e se mi riccordo bene l’ho pure assagiato.dopo queste feste vi faccio sapere se ai miei invitati gli è piacciuto!!!!!!!!!!!!!BUON NATALE A TUTTI

  21. E’ la stessa ricetta che faccio anche io tramandata da mia madre, se posso dare un piccolo suggerimento io aggiungo all’impasto la buccia di limone grattuggiato e un pizzico di noce moscata.

  22. wowwwwwwwww è buonissssssimo
    ciaoooooooooo

  23. penso sia buonissimo…corro a prepararlo ciaooooo

  24. MA PERCHè NELL’IMMAGINE IN CUI CI SONO LE UOVA CE NE SONO PIù DI DUE???ce ne vogliono di più

  25. perchè ho aumentato le dosi. :)

  26. Comunque è giusto gattò , ed è squisito :)

  27. io quando lo faccio metto anke la salsiccia e la salsa di pomodoro in mezzo alle patate skiacciate mentre la mozzarella e il prosciutto tra gli strati di patate e salsiccia
    ottima variante1!!!

  28. L’ ho fatto ieri sera aggiungendo mezzo bicchiere di latte che stava scadendo :) ottimo!!!! Complimenti e grazie!!!

  29. Sei fantastica.. Sto cucinando grazie a te:) peró vicino al gateau cosa potrei fare come contorno? Non vorrei servirlo così..lo devo fare domani quindi spero riuscirai a rispondermi.. Grazie

  30. mi sa che hai già risolto, in ocni caso visto che è unpiato già abbastanza importante, ci metterei qualcosa di leggero, come delle verdure grigliate o saltate in padella. :)

  31. si già ho risolto grazie cmq,seguirò il tuo consiglio al prossimo gattò:)

  32. A parte che il gateau e’ francese ed e’ un dolce, questo piatto si chiama
    gatto’ di patate alla napoletana. Tu hai fatto un tortino di patate ma mai
    il gatto’, che e’ tutt’altra cosa.

  33. Il tuo gatto’, e non gateau, e’ un tortino di patate e non ha niente a che
    vedere con il classico gatto’ napoletano. Avessi almeno messo dentro le uova
    sode.

  34. conosco bene il francese, infatti “gattò” deriva proprio dalla parola francese gateau, e nella cucina italiana è esattamente il piatto che ho fatto io. non è una novità che parole di uso comune in cucina derivino dal francese, come il ragu’ che deriva da “ragout”. da che mondo è mondo il gateau si fa con latticini e salumi, e poi VOLENDO si posono aggiungere altri ingredienti. faresti bene ad informarti prima di sparare cose a caso.

  35. Ma si può congelare il gateu?!

  36. sìsì! :)

  37. Fantastico… lo faccio sempre e viene una meraviglia con qualsiasi salume o formaggio… Grazie, grazie, grazie per la ricetta :-)

  38. figurati mary! :D

  39. Ciao Elena! Mi urgerebbe un parere: posso preparare un “gattò” il giorno prima, mettere la teglia in frigo e infornarlo il giorno dopo? E’ solo per mancanza di tempo: vorrei fare il gattò agli ospiti ma lavoro tutto il giorno e così pensavo di predisporre tutto in teglia, metterla in frigo (ben pellicolata) e infornarlo qualche ora prima della cena… Dimmi tu!! :)
    Un salutone. Simone

  40. puoi farlo tranquillamente simone! :)

Scrivi un commento e vota la ricetta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*